Seleziona una pagina

Caro agente sai scrivere annunci immobiliari efficaci?

Se sei un agente immobiliare ti sarai trovato, nella tua carriera, a scrivere così tanti annunci che se messi insieme “il Signore degli anelli” ti sembra un bignami. Vero?

Tra l’altro quella che può sembrare un’operazione estremamente semplice può in realtà rivelarsi assai ardua. Oppure, peggio, può venire trascurata e sottovalutata dimenticando che quello è uno strumento promozionale importantissimo.

Cosa produce un buon annuncio?

  1. Attira l’attenzione del lettore
  2. Compare più in alto nei motori di ricerca

Bene. Adesso che abbiamo capito che trascurare il copywriting degli annunci è pericoloso, voglio regalarti tre suggerimenti per scrivere un annuncio efficace.

1. Descrivi il tuo immobile bene!

Sembra una banalità, ma il 95% degli annunci che si trovano in giro suonano più o meno così:

“Vendesi appartamento composto da soggiorno, cucina, camera e bagno”

Ok che nel web bisogna essere brevi, ma qui si esagera. Una descrizione così è tollerabile solo se devi pagare 50 € a parola.

Direi che una descrizione idonea alla vendita dovrebbe trasmettere qualcosa al lettore, parlargli di tutti gli elementi di pregio che ci sono, enfatizzare la posizione e mettere in luce tutti quegli elementi che caratterizzano la casa. Ovviamente fare una descrizione così richiede più tempo, ma se ti abitui a farle in questo modo alla fine ti verrà spontaneo.

2. Non raccontare palle al cliente.

Se prima additavo gli annunci troppo stringati, adesso me la prendo con chi usa gli aggettivi in maniera non oggettiva.

Prima di scrivere che una casa ha delle finiture di pregio fermiamoci un attimo e chiediamoci: le ha veramente? E’ davvero spaziosa e luminosa? Pensiamoci prima di scrivere perchè se il lettore vede una foto presa con una certa angolazione, poi legge che è pure spazioso il suo stato d’animo diventa subito euforico (soprattutto se il prezzo è contenuto).

Però quando vede l’immobile dal vivo, perchè sappiamo benissimo che nessuno compera una casa a scatola chiusa, lo stato d’animo cambia e la vendita diventa difficile.

Dì quello che è!

Piuttosto sforzati di trovare una peculiarità unica per quella casa, ma non raccontare balle. Se una casa è umida, non dire che è asciutta e magari evita anche di fare battute aggiungendo che ci puoi fare una fungaia!

3. Cura la punteggiatura!!!

Questo consiglio si commenta da sè. Per qualcuno può sembrare una banalità,ma anche qui si vede ti tutto e di più. Ricorda: fare un buon lavoro con punti, virgole, maiuscole e quant’altro fa vedere al cliente che sei un’azienda seria e non uno improvvisato.

Ti voglio aiutare con uno schema che è sempre quello:

PAROLA – PUNTEGGIATURA – SPAZIO – PAROLA

Corretto
“Sul tavolo ci sono una mela, una pera e una banana. Tutta frutta molto buona!”

Errato
“Sul tavolo ci sono una mela ,una pera e una banana.tutta frutta molto buona!”

E’ più chiaro adesso?

Ci sono poi altri consigli che vorrei darti, soprattutto su cosa scrivere in un annuncio efficace, ma queste chicche le riservo ai corsisti di Strategie da RE il corso di web-marketing immobiliare che tengo per il centro di formazione Business Talent.

Il corso è molto particolare ed innovativo e spiegherò alle sole agenzie immobiliari delle tecniche sconosciute ai più per aumentare il flusso di clienti. Se sei un agenzia immobiliare non puoi perdere questa occasione perchè le cose che apprenderai sono talmente esclusive che ti permetteranno di avere un vantaggio competitivo istantaneo sulla concorrenza.

Segui il sito di Business Talent per conoscere le prossime date.

Ah, quasi dimenticavo.
Il corso non verrà riproposto all’infinito. Mi sono dato il limite di 150 agenzie immobiliari, in varie parti d’Italia, dopo di che verrà ritirato dal mercato per non saturare il mercato con queste tecniche. Per cui, se vuoi fare, prima degli altri, qualcosa di buono per la tua agenzia, ti consiglio di iscriverti!

A presto!

Pin It on Pinterest

Share This