Seleziona una pagina

Se leggi un manuale di indicizzazione avrai notato che tutti insistono sul contenuto. Il contenuto è il re, bisogna scrivere testi con una qualità alta, ecc. ecc. ecc. Niente di nuovo.

Ma se tutti usano questa tecnica come fa Google a capire quale sito portare più su nella SERP?
Pensaci un attimo. Se tutti fanno così, Google ad un certo punto deve correre ai ripari.

E quindi cosa fa?

Google “semplicemente” applica la democrazia al web.

 

In buona sostanza se il tuo sito o contenuto piace agli utenti, Google lo premia portandolo in alto.

Da qui si apre un nuovo capitolo dove lo scenario cambia per l’ennesima volta.
O forse no?

Comunque leggendo in rete qualcosa a questo proposito ho trovato un articolo di Ivano Di Biasi che in questo articolo propone una serie di punti che, se seguiti, permettono di tenere sotto controllo l’oscillazione delle nostre pagine nella SERP.

Riassumo velocemente il contenuto, ma consiglio caldamente di leggere l’articolo completo.

  1. Modifica la pagina in modo da tenere il lettore incollato a lungo al tuo sito e favorendone la navigazione in profondità. Più la persona naviga più il sito verrà ritenuto credibile.
  2. Aumenta i backlink.
  3. Genera segnali sociali vero la pagina che vuoi tenere su.
  4. Osserva la concorrenza e se sparisci dalla prima pagina prova a vedere cosa hanno fatto loro di diverso.
  5. Analizza l’ottimizzazione delle pagine dei tuoi competitors.

 

Come sempre io la chiudo qui. Se avete commenti, osservazioni o altro vi invito a scrivere qui sotto.

 

Pin It on Pinterest

Share This